Dipartimento per la Ricerca nelle Produzioni Zootecniche di Agris Sardegna, Italia

agris

Il Dipartimento per la Ricerca nelle Produzioni Zootecniche di Agris Sardegna è l’agenzia del Governo Regionale che si occupa di ricerca, innovazione e trasferimento tecnologico per lo sviluppo del settore zootecnico della Sardegna. Sono impiegate 79 persone di cui 18 come ricercatori permanenti. E’ organizzato in 4 unità di ricerca: Genetica e Biotecnologie, Alimentazione e Nutrizione, Riproduzione e Sistemi di Allevamento.

Il Dipartimento gestisce quattro aziende sperimentali:

• Bonassai: 323 ha (allevamento ovino e caprino);

• Foresta Burgos: 987 ha (allevamento di razze locali ovine, caprine e suine);

• Macomer: 147 ha (allevamento ovino della razza locale Nera di Arbus);

• Monastir: 172 ha (allevamento genomico per la razza ovina Sarda).

Le attività pertinenti al progetto SheepNet consistono nella collaborazione con l’Associazione Nazionale per la Pastorizia (ASSONAPA) nella gestione del Centro di Fecondazione Artificiale di Bonassai e dei programmi di inseminazione artificiale nei quali vengono utilizzati mediamente 70 arieti con i quali si effettuano ogni anno circa 5.000 inseminazioni artificiali. I dati relativi alla fertilità dei greggi coinvolti (circa 180) vengono analizzati mediante procedure statistiche per valutare i risultati degli accoppiamenti in fecondazione artificiale e in monta naturale. L’unità di ricerca in Genetica e Biotecnologie è anche responsabile della valutazione genetica per la razza ovina Sarda e porta avanti ricerche per l’applicazione della genomica per il miglioramento genetico della razza Sarda. In questo contesto, esegue analisi genomiche sui principali caratteri di interesse economico mediante l’impiego di DNA bead chips in collaborazione col laboratorio di Porto Conte Ricerche. È stata coinvolta nel progetto europeo (FP7) “3SR-Sustainable Solutions for Small Ruminants” per identificare marcatori genetici per la suscettibilità alle mastiti, la resistenza ai nematodi e il tasso di ovulazione con l'INRA, l'Istituto Roslin e la Parco Tecnologico Padano come principali partner.

Il laboratorio di riproduzione è dotato di microscopi, incubatori, locali sterili per la fecondazione. Le principali attività di ricerca del gruppo di riproduzione sono: biotecnologia della riproduzione (produzione di embrioni in vitro e in vivo), tecniche di conservazione del seme (fresco e congelato) e fisiologia della riproduzione nei ruminanti. Negli ultimi anni, il team di riproduzione ha intrapreso studi sulla gestione sostenibile della riproduzione senza l'uso di ormoni.

Le principali attività di ricerca in nutrizione animale riguardano lo studio dei metodi e lo sviluppo di tecnologie per migliorare l'efficacia e l'efficienza dell'alimentazione soprattutto basata sul pascolo. Sono stati portati avanti studi recenti con l’obiettivo di aumentare la fertilità e la prolificità degli ovini da latte mediante l’uso del flushing con semi di lupino o miscele glicogeniche associate all'effetto maschio.

Il Dipartimento fornisce supporto scientifico all'Associazione Regionale Allevatori della Sardegna (ARAS) e all’ASSONAPA. L’ARAS con circa 250 tecnici (agronomi e veterinari) fornisce un servizio di assistenza tecnica a circa 6.000 allevamenti e gestisce grandi archivi di dati relativi alla produzione, qualità del latte e fertilità a livello aziendale. ASSONAPA è responsabile dei programmi nazionali di miglioramento genetico per gli ovini e caprini e gestisce gli archivi in cui sono raccolte le informazioni individuali sulla produzione, qualità del latte e caratteri di riproduzione.

Dr. Antonello Carta